Created with flickr badge.

giovedì 24 luglio 2008

Proto vittima di un complotto

Proto sulla Gazzetta del Mezzogiorno

SALVATORE MANCA
Come già annunciato
ieri, Luigi Proto non è più il responsabile
del Nardò calcio. Nel corso
di una conferenza stampa, durante
la quale Proto non è riuscito a
nascondere una certa emozione, ha
spiegato le ragioni di una scelta, che,
ha detto, «forse avrei dovuto fare
prima». «Probabilmente in questi
ultimi giorni ho ragionato più da
tifoso che da imprenditore e da presidente
di una società - ha aggiunto -
Però alla fine mi sento quasi silurato.
Io ho programmato la stagione
puntando anche sugli sponsor
che mi erano stati promessi e che mi
avrebbero sostenuto in questo progetto.
Invece mi sono sentito solo,
con uno sponsor che mi è stato letteralmente
tolto. Forse non sono gradito
a qualcuno. Forse questo progetto
non doveva essere realizzato.
Quindi in queste condizioni non sono
in grado di portare avanti un’al -
tra stagione».
E adesso cosa succederà?
«La squadra è stata regolarmente
iscritta. Ho preso degli impegni con
alcuni giocatori e chi verrà dopo di
me potrà decidere se mantenerli o
no».
E proprio durante la conferenza
stampa ieri mattina è arrivato in
sede l’argentino Juare z, che ignaro
di quanto stava accadendo si era
presentato per la firma del contratto.
Proto non intende parlare dei rapporti
con l’amministrazione, del passaggio
delle quote sociali e di quant'altro.
Rivolge solo un ringraziamento
particolare: «Devo ringraziare
quanti hanno collaborato con me
nella passata stagione e all’inizio di
questa e devo dire un grazie particolare
ai tifosi, gli unici che comunque
mi hanno dato delle soddisfazioni.
Mi dispiace molto per
loro, perché avrei voluto un epilogo
diverso. Io mi sento uno di loro, con
la stessa rabbia, la stessa delusione,
la stessa amarezza, lo stesso groppo
in gola». E i tifosi, attraverso il loro
sito, hanno voluto ringraziare Proto
per quanto ha fatto in questi 12
mesi.
Intanto, il tempo stringe e bisogna
dare una risposta chiara alla tifoseria.

Nessun commento: