Created with flickr badge.

giovedì 14 agosto 2008

La situazione sulla GdM

Salvatore Manca.

Resta ancora nebuloso il futuro della Nuova Nardò calcio, anche se l’idea lanciata dai tifosi, quella cioè di una quadra di giovani sta prendendo corpo. Da ieri infatti un gruppo di giocatori agli ordini del tecnico Massimo Lepore, sino a giugno scorso allenatore del settore giovanile granata, ha iniziato la preparazione nella quiete della pineta di Portoselvaggio. Del gruppo a disposizione di Lepore si registra, tra tutte, la presenza di Danilo Bassi, che proprio qualche giorno fa aveva lanciato un appello a che il Nardò non sparisse e che ora ha dato la sua disponibilità. Poi ancora il terzino Montefusco, già da due anni con il Nardò, e il centrocampista Le pore, anche lui del gruppo degli under. Poi si sono aggregati l’ex terzino del Tricase Buono e l’ex calciatore del Galatina De Padova. Di questo gruppo fanno parte anche molti giovani del vivaio granata. Come dicevamo, l’idea dei tifosi è partita proprio in assenza di altre soluzioni convincenti, ma che al momento deve essere interpretata come un segnale forte a tutta la città che il calcio granata non vuole assolutamente sparire. Ma va detto che su questa linea si è registrata anche una certa diversità di vedute proprio da parte dei tifosi. C'è infatti chi sostiene che questa linea abbia in qualche modo levato le castagne dal fuoco sia all’amministrazione comunale che alla stessa proprietà proprio nel momento più difficile della crisi. C'è chi invece è convinto che questa partenza un po' azzardata serva invece sia a consentire al Nardò di onorare tutti gli impegni, a partire dalla Coppa Italia e sia a chi volesse farsi avanti in prima persona di iniziare con il sostegno dei tifosi e di un gruppo di calciatori già a disposizione.

Nessun commento: