Created with flickr badge.

lunedì 19 agosto 2013

Coppa Italia: Nardò - Grottaglie 3-2


NARDÓ: Pentimone, Fumarola, Chiarelli (32'st Giannuzzi), Zaminga, Calabuig, Taurino, Balzano, Rescio (23''st Marra), Arcamone (13'st Volpicelli), Corvino, Orlando. A disposizione: Renna, Saracino, Gigante, Antico, Mariano. Allenatore: Sgobba.
GROTTAGLIE: Sergi, Quaranta (1'st Carruezzo), Pisano, Collocolo, Carluucci, Danese, Presicci, Sanna, Formuso L. (42'st Pisani), Battista (6'st Sergio), Colucci. A disposizione: Marinò, Maiorino, Merico, Collocola, Formuso R. Allenatore: Bosco.

ARBITRO: sig. Gironda Velardi di Bari.
NOTE- Al 27'st Sergi (GRO) devia un rigore a Corvino (NAR). Espulsi: 26'st Carruezzo (GRO), 42'st Sanna (GRO). Ammoniti: Zaminga (NAR), Carlucci (GRO), Collocolo (GRO).Recupero: 3'pt, 4'st.



Vittoria come da pronostico ma sofferta più del previsto. C'è voluto un Corvino formato top player per scardinare la munitissima difesa grottagliese e per compensare gli erroracci della difesa neretina.

Abbiamo visto finalmente un Nardò padrone del gioco e propositivo ma appena i Granata perdevano palla in fase d'attacco o d'impostazione sono stati dolori.

Il Grottaglie, imbottito di under, ha atteso il Nardò nella sua tre quarti per poi colpire con fulminee ripartenze favorite anche da un centrocampo neretino alquanto svagato e squilibrato.

sembrava tutto facile quando dopo 10' Calabuig timbrava il palo su un corner del fantasista Orlando, invece era lo stesso Calabuig a combinare la frittata quando deviava un tiro in porta spiazzando l'incolpevole Pentimone.

Un incidente di percorso che accendeva l'agonismo in campo e proiettava in modo più determinato i Granata all'attacco.

Al 20' Corvino sale in cattedra. Prende palla dal limite e accentrandosi dal vertice sinistro lascia partire un fendente diagonale imparabile per Sergi.





Ma il Grottaglie non è venuto a Nardò per turismo. Palla persa dei Granata in impostazione, l'ex Colucci la ruba, va sul fondo e crossa. Formuso anticipa i marpioni Calabuig e Taurino e infila Pentimone.

Tutto da rifare e stavolta sembra più dura. Manovra troppo lenta ed articolata dei neretini. In attacco Orlando dribbla fin troppo, Arcamone gioca da fermo, Rescio non trova spazi per la sua falcata e tocca al solito Corvino accendere la luce.

Alla mezzora è Calabuig a tentare, ancora su corner, l'incornata vincente. Si accende una mischia sulla linea di porta ma Sergi riesce a sbrogliare subendo un colpo proibito.

Finale di primo tempo, Nardò in attacco. Tiraccio di Rescio respinto a fatica da Sergi, si avventa sul pallone Corvino e al limite del fallo sul portiere spinge il pallone in rete. 2-2 e si va negli spogliatoi.

Nel s.t. Il Grottaglie prova anche a gestire il pallone con maggiore sicurezza. Il Nardò non sembra trovare il bandolo vincente. Sgobba manda in campo Volpicelli per Arcamone e il Nardò comincia a pressare con maggiore efficacia sulla linea difensiva grottagliese. Al 75' la resistenza biancazzurra sembra ormai cedere. Corvino lanciato a rete viene atterrato da Quaranta. Rigore più espulsione. Il Nardò si gioca il match point.

Sul dischetto va lo stesso Corvino ma il suo tiro viene intuito e respinto da Sergi, arriva in corsa Calabuig che mette incredibilmente alto sopra la traversa. Porta stregata.

Ma la resa è dietro l'angolo. Il nuovo entrato Papa pesca in verticale Corvino, la punta neretina si proietta in avanti anticipando d'un soffio l'uscita del portiere e deposita in goal. 3-2 e svolta del match.

Nel finale prima Orlando e poi Volpicelli potrebbero incrementare il bottino ma sarebbe stata una punizione troppo severa per un Grottaglie rimasto in 9 dopo l'espulsione per un fallaccio di Carlucci su Corvino.

Il Nardò passa il turno meritatamente ma troppi errori sono stati commessi in difesa e in fase di ripiegamento. Non troveremo sempre i ragazzi del Grottaglie davanti. Ora si va a Francavilla in Sinni. Solitamente terra amica per i risultati e per l'ospitalità.


ALEXX CAPOTI per Nardogranata.com

Nessun commento: