Created with flickr badge.

giovedì 12 settembre 2013

Nardò - Brindisi 1-2


Asd NARDO' 1-2 Cd BRINDISI
Scorers: 1' Tedesco rig., 65' Mariano, 83' Gambino
NARDO': Renna, Keita, Antico, Taurino, Bruno (Fumarola 46'), Cammarota, Mariano (Orlando 70'), Rescio, Marra, Volpicelli (Balzano 75'), Corvino.
A disp.: Passaseo, Gigante, Giannuzzi, Chiarelli, Prinari.
All. Sgobba
Città di Brindisi: Novembre, Bove, Akuku, Nassi (65' Favia), Patti, Cacace, Martinelli, De Martino, Fella, Greco (86' Pellecchia), Tedesco (65' Gambino).
A disp.: Peschechera, Iabboni, Sicignano, Marsili, Vantaggiato, Aia.
All. Ciullo
Arbitro: Giuliano Parrella di Battipaglia


Quando sembrava che la partita filasse dritta verso i calci di rigore e il Nardò avesse raddrizzato una partita nata male, è arrivato il goal "sporco" di Marsili a regalare la vittoria ai brindisini. Ci stava il pareggio. Il Brindisi ha trovato il goal subito, in apertura, quando un cross di Greco in area neretina vedeva la caduta di Tedesco forse trattenuto da Antico. Per l'arbitro non c'erano dubbi: penalty. Sul dischetto andava lo stesso Tedesco che batteva con un beffardo pallonetto l'esordiente Renna. Partita subito in salita per il Toro, schierato da Sgobba con la difesa a tre centrali (il nuovo acquisto Bruno, Antico e Taurino) con Keita e Marra sugli esterni e Mariano in mediana a sostegno di Cammarota. Rescio inizialmente esterno destro d'attacco, con Volpicelli punta centrale e Corvino a sinistra.
Il Nardò reagiva subito appoggiando il gioco sulle corsie esterne con Keita in gran spolvero e Corvino a cercare spazi sull'out opposto. I Granata guadagnavano diversi calci piazzati ed un corner mettendo in ambasce la difesa adriatica. Ma niente tiri in porta.
Finita la sfuriata avversaria i brindisini hanno preso le misure controllando agevolmente il gioco e andando vicini al raddoppio ancora con Tedesco.
Al 25' un cross di Greco, su errato disimpegno difensivo, veniva raccolto in mezza rovesciata da Tedesco, con pallone che si stampava sulla traversa di Renna.
Nardò ancora in gioco ma in difficoltà nel trovare sbocchi. Primo tempo che si spegne tra il nervosismo con 5 ammoniti per gioco duro, tre neretini (Antico, Marra e Bruno) e due biancazzurri (Nassi e Cacace).

Nel st il Nardò si presenta con il classico 4-3-3 e il gioco sembra più convincente. Fumarola rileva Bruno sull'out destro. Marra ritrova la linea mediana dopo un primo tempo fuori dal gioco. Ed è proprio il piccolo regista neretino ad innescare le manovre migliori dei Granata. Con lui centrale guadagna spazio anche Cammarota. Il Nardò cresce e dopo aver guadagnato un paio di corner arriva il goal.
Al 65', il corner di Corvino viene respinto dalla difesa ma dal limite è lesto Mariano a calciare al volo e, complice una deviazione, spiazza l'ex Novembre. Pari meritato e per niente casuale.
Sulle ali dell'entusiasmo il Nardò continua ad attaccare, Corvino impegna Novembre da fuori area costringendo il portiere alla deviazione in corner. Brindisi sulla difensiva e in affanno.
Ciullo si accorge delle difficoltà ed effettua un doppio cambio. Favia e Gambino rilevano Nassi e Tedesco. I brindisini crescono. Gambino apre la difesa neretina creando grattacapi a Taurino e Renna.
Al 78' Gambino si libera in area e batte a rete ma Renna risponde da campione respingendo con i piedi. Nardò che però soffre.
All'83' un cross in area beffa Fumarola e Antico che non riescono a liberare, sul pallone vagante si avventa Gambino che calcia di stinco e con un rimbalzo beffardo batte Renna.
E' l'episodio decisivo. Da qui alla fine il Nardò non ha la forza di reagire e saluta la Coppa Italia che finora aveva regalato le uniche vittorie ufficiali.

Nessun commento: