Created with flickr badge.

lunedì 2 settembre 2013

Nardò -Metapontino 1-1


NARDO': Pentimone, Fumarola, Chiarelli (20'st Giannuzzi), Zaminga, Antico, Taurino, Orlando (22'st Prinari), Cammarota, Volpicelli, Corvino, Marra.In panchina: Passaseo, Gigante, Rescio, Balzano. All. Sgobba (in panchina Angelo Serio).

REAL METAPONTINO: Di Gennaro, Grittani, Ambrosecchia, Manzillo (23'st Grano), Maglione, Digno, Cadaleta (15'st Tourè), Cordisco, Cirigliano, Pignatta, Mascolo (7'st Ragno). In panchina: Marino, Lorusso, Cati, Marchesano, Giacobbe, Di Sento. All.: Logarzo.

Reti: al 2' aut. Manzillo, al 75' Cirigliano.
ARBITRO: Paolo Campogrande di Roma 1.
NOTE: Pomeriggio nuvoloso, temperatura intorno ai 28°. Terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Pignatta, Cordisco, Grano (RM). Antico, Fumarola, Giannuzzi (N). Espulsi: 13'st Pignatta (RM) per doppia ammonizione. Recupero: 2' e 5'.

L’esordio delle beffe e dei paradossi. Il Nardò ha il piglio e le potenzialità di una grande squadra, non la concretezza, tanto che per sbloccare il risultato deve affidarsi ad una autorete dell’ex Manzillo, una delle più rocambolesche della storia calcistica. Ma l’amaro esordio contro la caparbia e fortunata matricola metapontina è soprattutto la conseguenza di una irrazionale disparità di rendimento tra le due frazioni di gara. Spumeggiante e straordinaria la prima, un mezzo disastro la seconda. Tanto che pur avendo assistito ad una sorta di tiro al bersaglio granata nel corso del primo tempo, diventa difficile mettere in forte dubbio la legittimità del pareggio del Real Metapontino, giunto con gli ospiti ridotti in dieci e pur capaci di costringere il Nardò a rintanarsi nella propria trequarti.

Nessun commento: