Created with flickr badge.

lunedì 28 novembre 2016

San Severo - Nardò 0-0

SAN SEVERO: Provaroni, Novello, Lobosco, D’Ambrosio (27’st Monopoli), Ianniciello, Mautone, Basta, Lanzillotta, Lauriola (43’st De Bellis), Florio, Menicozzo. A disp: Valente, D’Angelo, Favilla, Laboragine, Mancini, Catalano, De Letteriis. Allenatore: M. Olivieri (squalificato, in panchina il vice A. Dell’Atti).

NARDÒ: D. Petrachi, De Pascalis, Morello, Diarra, Benvenga, Camisa, Caporale (1’st Gigante), Mbida (39’st Corvino), Kyeremateng, Meleleo, Versienti (44’st Cicerello). A disp: B. Petrachi, Carrozzo, Rosato, Mancarella, Paiano, Alemanni, Cicerello. Allenatore: A. Foglia Manzillo.

ARBITRO: Simone D’Angelo (Ascoli Piceno). Assistenti: Riccardo Pintaudi (Pesaro) e Fabio Donatelli (Taranto).

NOTE: Pomeriggio soleggiato, temperatura intorno ai 16°, terreno di gioco in sintetico. Ammoniti: Lauriola (SS), Caporale, Benvenga, Kyeremateng (N). Espulsi: /. Recupero: 3’pt.

Un Nardò privo di Palmisano, Oretti e Carrozza con Corvino relegato in panchina, si accontenta di uno scialbo pareggio a reti bianche a San Severo.
Ci ha provato la squadra foggiana nei primi minuti a sbloccare il match ma Davide Petrachi si è opposto alla grande a Lauriola. Nardò leggero in avanti con Meleleo e Kyeremateng quasi mai pericolosi. Secondo tempo molto equilibrato senza particolari sussulti. Foglia Manzillo manda in campo Corvino e Cicerello nel finale, quando il pareggio è ormai scritto. (a.c.)

PARI NOIOSO . Un Nardò noioso ed incompleto impatta a San Severo in un pareggio che lascia poche recriminazioni per la mole di gioco sviluppata . Partita tra 2 squadre che hanno pensato bene di non rovinarsi la giornata dividendosi la posta in palio all'insegna del " vogliamoci bene ". Buona la prova della difesa anche perché non è stata quasi mai impegnata. Centrocampo di contenimento con Diarra e Mbida che hanno pensato alla fase difensiva e quasi mai a quella offensiva attenendosi agli ordini della scuderia. Si è capito ancora una volta che questa squadra è Palmisano-dipendente ed infatti la sua assenza è stata determinante nello sviluppo del gioco . Attacco sterile ed inoperoso quello odierno che ha pensato bene di girare al largo per non fare incattivire la squadra foggiana .Squadra rimandata sia per il gioco che per la personalità carente ormai da molte giornate. Piccola critica al mister Foglia che dovrebbe avere più coraggio nel giocarsi queste partite senza aspettare gli ultimi minuti per tentare di vincerle. Da salvare solo il punto ottenuto in casa di una concorrente alla salvezza. (dario carafa)

Nessun commento: