Created with flickr badge.

domenica 12 marzo 2017

Nardò - Gravina 0-1

Rete: Picci 21'

NARDÒ: Mirarco, De Pascalis, Morello, Bertacchi, Benvenga, Camisa, Versienti (30’st Cicerello), Prinari, Patierno, Kyeremateng (26’st Ancora), Tarallo (1’st Meleleo). A disp.: Petrachi, Rosato, Carrozzo, Gigante, Pirretti, Corvino. All.: A. Foglia Manzillo.

GRAVINA: Vassallo, Liberio, Gomes, Fanelli, Lanzolla, Anaclerio (9’st Zambuto), Ngom, Mbida (18’st Vacca), Picci, Presicce (31’st Cassano), Chiaradia. A disp.: Cilumbriello, Palermo, Mazzilli, Langellotti, Floro, Albano. All.: A. De Leonardis.

ARBITRO: Daniele Perenzoni (Rovereto). Assistenti: Domenico Savino (Torre Annunziata) e Andrea Nasti (Napoli).
NOTE: Pomeriggio nuvoloso, temperatura 16°, terreno di gioco in buone condizioni. Al 45’st Picci fallisce un calcio di rigore. Ammoniti: Benvenga, Bertacchi (N), Picci, Liberio (G). Espulsi: Patierno (N) al 46’st per atteggiamento violento. Recupero: 1’pt, 4’st.


Ennesima prova di impotenza casalinga. In perfetta sintonia con una stagione che tra le mura amiche continua a regalare più dispiaceri che acuti. Contro il Gravina si gioca fino al novantesimo perché così impone il regolamento, ma l’epilogo finale è già scritto e racchiuso nel capolavoro balistico di Picci. A quel punto chi avrebbe mai scommesso sulle chance di rimonta del Nardò contro la difesa più ermetica del girone? E per giunta senza un Palmisano in grado di foraggiare adeguatamente un attacco che, appena sette giorni prima, aveva cozzato duramente contro il muro del Rionero? E in effetti la reazione del Nardò si incanala lungo un binario morto. Serve a poco guadagnare metri e assumere il comando costante delle operazioni. La resa è modestissima, appena qualche tiro dalla distanza e nessun serio pericolo per la porta del Gravina. L’irrazionalità che governa il calcio ricompare poi al 90’, quando in una rarissima incursione offensiva gli ospiti si procurano addirittura il rigore del possibile 2-0, che Picci calcia però sul palo. E il doppio turno interno che aveva suscitato così tanti appetiti, così tante aspettative coincide invece con un nuovo brusco rallentamento. Possibilità di blindare i play-off sfumata e giochi per il quinto posto riaperti dalla vittoria della Gelbison

​MICHELE CLIMACO

Nessun commento: