Il Nardò in agosto. La situazione.



Siamo all'inizio di agosto e fra circa due settimane ci sarà il primo incontro ufficiale per il Nardò in Coppa Italia se sarà inserito nel turno preliminare.
Qual è lo stato dell'opera?

SOCIETA': L'inserimento della figura dell'avv. Salvatore Donadei come presidente ha dato impulso sotto il profilo comunicativo e dell'immagine per il resto confermati per grandi linee i membri dello scorso anno seppur con qualche mansione diversa. Alessio Antico rimane l'amministratore unico, affiancato da Marco Carafa, Gregorio Chirivì, Antonio Vincenti (amministratore delegato), Silvano Toma (d.g.), Andrea Corallo (d.s.), Paola Vella (marketing), Enzo Russo (team manager), Fernando Pero (comunicazione e non solo).

ORGANICO: Lo staff tecnico si avvale del ritorno di Antonio Foglia Manzillo sulla panchina granata dopo la separazione con Claudio De Luca. In via di ufficializzazione il vice (D'Alessio?), certi invece il preparatore atletico Dezio Cretì e il preparatore dei portieri Danilo Bassi.
Medici sociali saranno i dott. Michele Tartaglia e Giovanni Rizzo. Fisioterapista sarà Fernando Fiorita al ritorno in tuta granata.

Il calciomercato, improprio definirlo tale in un campionato dilettantistico anche se solo formalmente, ha detto che dei giocatori della scorsa stagione sono rimasti in granata solo Aquaro e Centonze, più ragazzi della juniores come Frisenda, De Luca e Mancini, per citare chi ha esordito lo scorso anno.

Attualmente svincolati abbiamo Mirarco, Prinari, G. Palmisano, Giglio, Gigante, Molinari, Kyeremateng e Cordella.

I trasferimenti hanno visto indossare a Versienti la maglia del Casarano, Cassano del Lanusei, Arario del Portici, De Pascalis della Fermana in C, Bolognese del Bitonto di Mister Taurino, Mingiano della Sangiustese, Benvenga del Taranto e Bertacchi della Scansorosciate.

Gli acquisti del Nardò si chiamano Fatati (Albalonga) Santarelli (Sff Atletico), Luciani (Oltrepovoghera), Camara (Picerno), Calemme (Ercolano), Marchionna (v. Francavilla), Colazzo e Romano (Gallipoli), più un gruppo di ragazzi aggregati tra cui spicca il nome di Cancelli, centrocampista 1999, nipote d'arte proveniente dal Lecce e Selva, portiere under rientrato alla base dopo l'esperienza a Vasto. Altri portieri sono Montagnolo e Antonazzi.

Una squadra ancora largamente incompleta da rinforzare in tutti i reparti. Il problema è che il tempo stringe e le competizioni ufficiali sono alle porte.
Non da trascurare il fatto che quest'anno il Nardò non potrà contare su un nucleo di giocatori "storico" che ha rappresentato una fonte di affidabilità certa. Ora si ricomincia da zero con tutte le incognite del caso.

STADIO: Come in tutte le estati che si rispettino, il prato sotto la calura e con qualche difetto di irrigazione, puntualmente va in sofferenza.
Il concerto di Irama ha fatto il resto (oltre che assicurare un buon incasso al Nardò).
La società ha subito ingaggiato una ditta (Omnia di Casarano) per rimettere a posto il prato per l'inizio delle competizioni. Ancora i risultati non si vedono ma bisogna dare il tempo necessario.
Il concerto comunque è stata l'occasione per dare una robusta ripulita a tutto l'impianto, cosa non sempre avvenuta in passato.

ABBONAMENTI: Leggermente più cari dello scorso anno ma diciamo più giusti e più commisurati ad un campionato sempre più importante (100 euro -20 per la laterale)  Gli abbonamenti "populisti" dello scorso anno hanno di fatto azzerato gli incassi al botteghino. Ottima idea quella della prelazione. Meno 20 euro a chi ha sottoscritto lo scorso anno. Bene così.

CAMPIONATO: Se ne prevede uno tra i più affascinanti di sempre con squadre di blasone, di tradizione, derby regionali e provinciali, sfide storiche.
Il Nardò dovrà difendere con orgoglio la propria categoria, la propria storia. la propria gloriosa maglia.

Abboniamoci e tutti allu campu!

Commenti

Powered by flickr embed.