Cerignola - Nardò 2-1. Il Toro cade nel finale.



AUDACE CERIGNOLA - AC NARDO' 2-1
Scorer: 22' Calemme, 48' Longo, 89' Martiniello.

AUDACE CERIGNOLA (4-2-3-1): Cappa; Celentano (46' Tancredi), Russo, De Cristofaro (80' Nembot), Di Cecco, Caiazza, Longo, Coletti, Martiniello, Loiodice (91' Cinque), Sansone (76' Sindic)
Bench: Sarri, Muscatiello, Palumbo, Alfarano, Rosania.
Coach: Vincenzo Feola

AC NARDO': (4-4-2): Milli; Frisenda, Trinchera, Stranieri, Centonze; Danucci, Mengoli, Cancelli (91' Colonna), Trofo (68' Manfrellotti); Camara (80' Montaperto), Calemme.
Bench: Mirarco, Valzano, Angelini, Raia, Calabrese.
Coach: Antonio Foglia Manzillo

Arbitro: Luca De Angeli di Milano
Assistenti: Andrea Barcherini di Terni e Giacomo Bianchi di Pistoia.
Ammoniti: Coletti, De Cristofaro (C) Trofo (N)
Espulso Centonze (N)

Arriva al 90' la sconfitta che interrompe la serie positiva dei granata. Una sconfitta che sa di beffa dopo un primo tempo condotto con sicurezza e chiuso in vantaggio dai neretini.
Il Cerignola era partito forte e già nei primi minuti di gioco impensieriva Milli con una semirovesciata di Sansone finita fuori.
Il Nardò lasciava sfogare gli istinti bellicosi dei gialloblu e col passare dei minuti prendeva il controllo del match guadagnando metri di campo.
Al 22' Mengoli sfonda sulla fascia e viene atterrato in area. E' calcio di rigore.
Si incarica del tiro Calemme. Cappa intuisce la direzione e respinge ma è lesto l'attaccante napoletano a ribattere in rete.
Il Cerignola sembra punto dalla tarantola e si riversa in attacco. I difensori neretini si rifugiano continuamente in corner ma i tiri dalla bandierina sortiscono l'effetto di esaltare le doti acrobatiche del portiere italo-canadese Milli, sempre pronto e risolutivo.
Il Nardò, però, non sta a guardare.
Alla mezzora Calemme ha l'occasione per raddoppiare. Invitante calcio di punizione dalla lunetta ma il tiro del fantasista granata sfiora l'incrocio dei pali e termina fuori.
Il primo tempo si chiude con un Cerignola arrembante dedito quasi esclusivamente ai cross senza mai trovare l'imbucata a terra per vie centrali.

La ripresa si apre con lo stesso spartito. Cerignola aggressivo e Nardò guardingo.
Al 47' arriva il pari. Cross di Russo e palla tagliata in area scagliata in rete da Longo da distanza ravvicinata.
Il Nardò assorbe il colpo e si ripropone.
Al 50' è Camara ad andare vicino al goal ma il suo tiro si perde di poco fuori.
La partita rimane su ritmi altissimi e il Cerignola prova a metterla sul piano del gioco manovrato. Il Nardò risponde con le chiusure sistematiche di Trofo e Cancelli che innescano le ripartenze di Calemme e Camara.
I pericoli per il Nardò, però, continuano a venire dalle fasce laterali.
Al 65' cross di Sansone e palla deviata da Longo che finisce di poco al lato.
Al 68' Foglia Manzillo si gioca la carta Manfrellotti per un Trofo stanco e gravato da ammonizione.
Feola manda in campo Sindic per Sansone.
Il Cerignola aumenta la serie dei calci d'angolo mentre il Nardò in contropiede impensierisce la difesa con le giocate tra Manfrellotti e Camara.
Il match sembra orientato verso un giusto pareggio ma il colpo di scena è dietro l'angolo.
Al 90' Russo pennella l'ennesimo cross in area dove Milli non riesce ad allungare il suo guantone, pallone che spiove sulla testa di Martiniello che segna e punisce oltre misura i granata.
Nel finale restano solo i nervi tesi di Centonze che viene espulso ingiustamente.
Il Cerignola si rilancia in classifica mentre il Nardò riassapora l'amarezza della sconfitta dopo 11 partite.

Commenti

Powered by flickr embed.
86800300_1683191521822819_6357542593064075264_o

CalcioWebPuglia.it